/[gentoo]/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml
Gentoo

Diff of /xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml

Parent Directory Parent Directory | Revision Log Revision Log | View Patch Patch

Revision 1.13 Revision 1.14
1<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?> 1<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
2<!-- $Header: /var/cvsroot/gentoo/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml,v 1.13 2005/01/30 20:43:52 mush Exp $ --> 2<!-- $Header: /var/cvsroot/gentoo/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml,v 1.14 2005/04/03 20:39:43 so Exp $ -->
3 3
4<!DOCTYPE guide SYSTEM "/dtd/guide.dtd"> 4<!DOCTYPE guide SYSTEM "/dtd/guide.dtd">
5<guide link="/doc/it/gentoo-kernel.xml" lang="it"> 5<guide link="/doc/it/gentoo-kernel.xml" lang="it">
6 6
7<title>Guida ai Kernel Gentoo Linux</title> 7<title>Guida ai Kernel Gentoo Linux</title>
38Questo documento vi fornisce una descrizione generale di tutti i tipi di sorgenti del kernel che Gentoo vi mette a disposizione con Portage 38Questo documento vi fornisce una descrizione generale di tutti i tipi di sorgenti del kernel che Gentoo vi mette a disposizione con Portage
39</abstract> 39</abstract>
40 40
41<license/> 41<license/>
42 42
43<version>1.0</version> 43<version>1.1</version>
44<date>28 Gennaio 2005</date> 44<date>2005-03-28</date>
45 45
46<chapter> 46<chapter>
47<title>Introduzione</title> 47<title>Introduzione</title>
48<section> 48<section>
49<body> 49<body>
55</body> 55</body>
56</section> 56</section>
57</chapter> 57</chapter>
58 58
59<chapter> 59<chapter>
60<title>Pacchetti di kernel supportati</title> 60<title>Kernel disponibili</title>
61 61
62<section> 62<section>
63<title>genkernel</title> 63<title>genkernel</title>
64<body> 64<body>
65 65
73 73
74</body> 74</body>
75</section> 75</section>
76 76
77<section> 77<section>
78<title>gentoo-sources e gentoo-dev-sources</title> 78<title>gentoo-sources</title>
79<body>
80
81<p>
82Per la maggior parte degli utenti, i sorgenti del kernel raccomandati sono i <c>gentoo-sources</c>. Il pacchetto <c>gentoo-sources</c> contiene soprattutto patches del kernel per raffinarne le performance sotto vari aspetti. Parlando di <e>sicurezza</e>, includono il supporto a <uri link="http://www.grsecurity.net">grsecurity</uri>, altre patch per migliorare la sicurezza e ovviamente tutti i fix piú recenti per le vulnerabilitá note. Le patch incluse hanno anche lo scopo di migliorare le <c>prestazioni</c> del sistema e di aggiungere <e>funzionalitá</e> aggiuntive (supermount, bootsplash, gli ultimi driver NTFS, e altro).
83</p>
84
85<p>
86I <c>gentoo-sources</c> contengono un aggiornato sottosistema ACPI e sono basati sulle patch del kernel ad alte prestazioni di Con Kolivas (<c>ck-sources</c>). Supportano inoltre grSecurity (un set di patch orientate alla sicurezza con supporto per le ACL), EVMS(2) (un filesystem altamente flessibile per l'amministrazione dello storage con un facile ridimensionamento delle partizioni), JFS (il filesystem ad alte prestazioni di IBM), gli ultimi driver NTFS e molto altro.
87</p>
88
89<p>
90Poichè i <c>gentoo-sources</c> sono studiati per avere performance elevate, risultano molto validi per finalità ludiche (quindi per i videogiocatori accaniti).
91</p>
92
93
94</body> 79<body>
95</section>
96 80
81<p>
82Per la maggior parte degli utenti, i sorgenti del kernel raccomandati sono i <c>gentoo-sources</c>. Questo pacchetto contiene due differenti versioni del kernel: gentoo-sources-2.4 e gentoo-sources-2.6. Si consiglia di utilizzare la versione 2.6 che attualmente è la versione di default per la maggior parte delle architetture.
83</p>
84
85<p>
86Il <c>gentoo-sources-2.6</c> è un kernel basato su Linux 2.6, che include una varietà di patch che risolvono problemi di sicurezza, bug del kernel e aumentano la compatibilità con le architetture meno comuni. Linux 2.6 è attualmente la versione stabile ufficiale del kernel e lo sviluppo è molto rapido. Si consiglia di utilizzare il kernel 2.6, piuttosto che la vecchia versione 2.4, in quanto la più recente ha un miglior supporto hardware, migliori prestazioni e una più vasta gamma di funzionalità.
87</p>
88
89<p>
90Alcuni dei sistemi meno comuni non sono pienamente compatibili con Linux 2.6, e alcuni utenti preferiscono utilizzare Linux 2.4 considerandolo più affidabile e testato; per questa ragione viene fornito anche <c>gentoo-sources-2.4</c>. Le patch incluse in questo kernel sono molto simili a quelle incluse nella versione 2.6, con in più alcune patch pensate per aggiungere funzionalità e migliore le prestazioni del sistema. Linux 2.4 attualmente non viene più sviluppato, quindi i nuovi rilasci comprendono solo aggiornamenti di sicurezza. Si suggerisce di aggiornare i propri sistemi a Linux 2.6. Molto utile è <uri link="http://www.gentoo.org/doc/en/migration-to-2.6.xml">questo documento</uri>.
91</p>
92
93<p>
94Il pacchetto <c>gentoo-sources</c> assorbe gran parte degli sforzi del team di sviluppo del kernel di Gentoo, il quale può contare sull'esperienza di Greg Kroah-Hartman, che è il manteiner di udev e il responsabile dei sottosistemi USB e PCI del kernel Linux ufficiale.
95</p>
96
97
98</body>
97<section> 99</section>
98<title>vanilla-sources e development-sources</title>
99<body>
100 100
101<p> 101<section>
102L'ebuild <c>development-sources</c> fornisce il kernel Linux 2.6 stabile. Contrariamente a quanto il nome potrebbe suggerire questi sorgenti del kernel sono assolutamente stabili e pronti per essere messi in produzione. 102<title>vanilla-sources</title>
103<body>
104
103</p> 105<p>
104 106Questo è il kernel Linux ufficiale, rilasciato su <uri>http://www.kernel.org/</uri>. Non viene applicata nessuna patch a questo kernel.
107</p>
108
109<p>
110Come <c>gentoo-sources</c> nel pacchetto <c>vanilla-sources</c> sono disponibili le versioni 2.4 e 2.6 del kernel.
111</p>
112
113<p>
114Linux 2.4 viene mantenuto da Marcelo Tosatti, subentrato a Linus Torvalds quando quest'ultimo ha iniziato lo sviluppo della versione 2.6. Attualmente all'interno della versione 2.4 vengono accettate solamente patch che correggono problemi di sicurezza. Il vero sviluppo del kernel avviene all'interno della versione 2.6.
115</p>
116
117<p>
118Linux 2.6 viene mantenuto da Andrew Morton. Attualmente la versione 2.6 è molto matura.
119</p>
120
105</body> 121</body>
106</section> 122</section>
107 123
108<section> 124<section>
109<title>hardened-sources e hardened-dev-sources</title> 125<title>hardened-sources e hardened-dev-sources</title>
118<p> 134<p>
119Gli <c>hardened-dev-sources</c> hanno lo stesso scopo e le stesse funzionalitá degli <c>hardened-sources</c> ma sono basati su Linux 2.6. 135Gli <c>hardened-dev-sources</c> hanno lo stesso scopo e le stesse funzionalitá degli <c>hardened-sources</c> ma sono basati su Linux 2.6.
120</p> 136</p>
121 137
122<p> 138<p>
123Le seguenti flags USE possono essere impostate per selezionare patches opzionali: 139Le seguenti flags USE possono essere impostate per selezionare patch opzionali:
124</p> 140</p>
125 141
126<table> 142<table>
127<tr><th>Flag</th><th>Descrizione</th></tr> 143<tr><th>Flag</th><th>Descrizione</th></tr>
128<tr><ti>selinux</ti><ti>Sostituisce il supporto grSecurity con quello SELinux</ti></tr> 144<tr><ti>selinux</ti><ti>Sostituisce il supporto grSecurity con quello SELinux</ti></tr>
206 222
207</body> 223</body>
208</section> 224</section>
209 225
210<section> 226<section>
227<title>pac-sources</title>
228<body>
229
230<p>
231Il kernel <c>pac-sources</c> è modificato con le patches di Bernhard Rosenkraenzer's (bero). Questo kernel non é piú aggiornato, per questo potrebbe venire presto rimosso da portage.
232</p>
233
234</body>
235</section>
236
237<section>
211<title>selinux-sources</title> 238<title>selinux-sources</title>
212<body> 239<body>
213 240
214<p> 241<p>
215Gli <c>selinux-sources</c> provenienti da <uri>http://www.nsa.gov/selinux</uri> comprendono patches specifiche 242Gli <c>selinux-sources</c> provenienti da <uri>http://www.nsa.gov/selinux</uri> comprendono patches specifiche
286 313
287</body> 314</body>
288</section> 315</section>
289 316
290<section> 317<section>
318<title>development-sources</title>
319<body>
320
321<p>
322<c>development-sources</c>, il kernel ufficiale 2.6 di kernel.org, può essere trovato nel pacchetto <c>vanilla-sources</c>.
323</p>
324
325</body>
326</section>
327
328<section>
329<title>gentoo-dev-sources</title>
330<body>
331
332<p>
333Il pacchetto <c>gentoo-dev-sources</c> conteneva la versione modificata dagli sviluppatori Gentoo del kernel Linux 2.6, attualmente lo si può trovare nel pacchetto <c>gentoo-sources</c>.
334</p>
335
336</body>
337</section>
338
339<section>
340<title>rsbac-dev-sources</title>
341<body>
342
343<p>
344Il kernel <c>rsbac-dev-sources</c> adesso si trova nel pacchetto <c>rsbac-sources</c>.
345</p>
346
347</body>
348</section>
349
350
351<section>
291<title>selinux-sources</title> 352<title>selinux-sources</title>
292<body> 353<body>
293 354
294<p> 355<p>
295<c>selinux-sources</c>, e' un kernel della serie 2.4 che contiene molti miglioramenti per la sicurezza, e' reso obsoleto dal lavoro di sviluppo del kernel 2.6. 356<c>selinux-sources</c>, e' un kernel della serie 2.4 che contiene molti miglioramenti per la sicurezza, e' reso obsoleto dal lavoro di sviluppo del kernel 2.6.

Legend:
Removed from v.1.13  
changed lines
  Added in v.1.14

  ViewVC Help
Powered by ViewVC 1.1.20