/[gentoo]/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml
Gentoo

Diff of /xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml

Parent Directory Parent Directory | Revision Log Revision Log | View Patch Patch

Revision 1.16 Revision 1.17
1<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?> 1<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
2<!-- $Header: /var/cvsroot/gentoo/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml,v 1.16 2005/04/27 21:54:41 so Exp $ --> 2<!-- $Header: /var/cvsroot/gentoo/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml,v 1.17 2005/05/13 20:19:46 so Exp $ -->
3 3
4<!DOCTYPE guide SYSTEM "/dtd/guide.dtd"> 4<!DOCTYPE guide SYSTEM "/dtd/guide.dtd">
5<guide link="/doc/it/gentoo-kernel.xml" lang="it"> 5<guide link="/doc/it/gentoo-kernel.xml" lang="it">
6 6
7<title>Guida ai Kernel Gentoo Linux</title> 7<title>Guida ai Kernel Gentoo Linux</title>
38Questo documento vi fornisce una descrizione generale di tutti i tipi di sorgenti del kernel che Gentoo vi mette a disposizione con Portage 38Questo documento vi fornisce una descrizione generale di tutti i tipi di sorgenti del kernel che Gentoo vi mette a disposizione con Portage
39</abstract> 39</abstract>
40 40
41<license/> 41<license/>
42 42
43<version>1.5</version> 43<version>1.6</version>
44<date>2005-04-26</date> 44<date>2005-05-12</date>
45 45
46<chapter> 46<chapter>
47<title>Introduzione</title> 47<title>Introduzione</title>
48<section> 48<section>
49<body> 49<body>
120 120
121</body> 121</body>
122</section> 122</section>
123 123
124<section> 124<section>
125<title>hardened-sources e hardened-dev-sources</title> 125<title>hardened-sources, hardened-dev-sources e rsbac-sources</title>
126<body> 126<body>
127 127
128<p> 128<p>
129Gli <c>hardened-sources</c> sono basati su Linux 2.4 e sono pensati per gli utenti che usano Gentoo in ambienti di produzione, forniscono patches per i vari sottoprogetti di Gentoo Hardened 129Gli <c>hardened-sources</c> sono basati su Linux 2.4 e sono pensati per gli utenti che usano Gentoo in ambienti di produzione, forniscono patches per i vari sottoprogetti di Gentoo Hardened
130(come il supporto per LSM/SELinux e GRSecurity), oltre che miglioramenti della stabilità/sicurezza. 130(come il supporto per LSM/SELinux e GRSecurity), oltre che miglioramenti della stabilità/sicurezza.
134<p> 134<p>
135Gli <c>hardened-dev-sources</c> hanno lo stesso scopo e le stesse funzionalitá degli <c>hardened-sources</c> ma sono basati su Linux 2.6. 135Gli <c>hardened-dev-sources</c> hanno lo stesso scopo e le stesse funzionalitá degli <c>hardened-sources</c> ma sono basati su Linux 2.6.
136</p> 136</p>
137 137
138<p> 138<p>
139Le seguenti flags USE possono essere impostate per selezionare patch opzionali: 139<c>rsbac-sources</c> contiene patch per usare Rule Set Based Access Controls (RSBAC) e ha kernel 2.4 e 2.6. E' mantenuto da <uri link="/proj/en/hardened/rsbac/">RSBAC project</uri>, un sotto progetto di Gentoo Hardened.
140</p> 140</p>
141 141
142<table> 142<impo>
143<tr><th>Flag</th><th>Descrizione</th></tr> 143Questi kernel forniscono patch per aumentare la sicurezza. Leggete la <uri link="/proj/en/hardened/">documentazione</uri> prima di usarli.
144<tr><ti>selinux</ti><ti>Sostituisce il supporto grSecurity con quello SELinux</ti></tr> 144</impo>
145</table>
146 145
147</body> 146</body>
148</section> 147</section>
149 148
150<section> 149<section>
199<section> 198<section>
200<title>mm-sources</title> 199<title>mm-sources</title>
201<body> 200<body>
202 201
203<p> 202<p>
204Gli <c>mm-sources</c> sono basati sui <c>development-sources</c> e contengono il set di patches di Andrew Morton (ndt, il maintainer della serie del kernel Linux-2.6 non appena risulterà sufficentemente stabile). Comprendono diverse patch sperimentali che dovranno essere incluse nel kernel ufficiale. E' noto che questo kernel possa cambiare radicalmente molto rapidamente, viene usato per testare nuove caratteristiche del kernel. 203Gli <c>mm-sources</c> sono basati sui <c>vanilla-sources</c> e contengono il set di patches di Andrew Morton (ndt, il maintainer della serie del kernel Linux-2.6 non appena risulterà sufficentemente stabile). Comprendono diverse patch sperimentali che dovranno essere incluse nel kernel ufficiale. E' noto che questo kernel possa cambiare radicalmente molto rapidamente, viene usato per testare nuove caratteristiche del kernel.
205</p>
206
207<p> 204</p>
205
206<p>
208Se volete veramente vivere al limite e pensate che i <c>development-sources</c> siano per gente normale, allora provate senz'altro gli <c>mm-sources</c>. 207Se volete veramente vivere al limite e pensate che i <c>vanilla-sources</c> siano per gente normale, allora provate senz'altro gli <c>mm-sources</c>.
209</p> 208</p>
210 209
211</body> 210</body>
212</section> 211</section>
213 212
233 232
234</body> 233</body>
235</section> 234</section>
236 235
237<section> 236<section>
238<title>selinux-sources</title>
239<body>
240
241<p>
242Gli <c>selinux-sources</c> provenienti da <uri>http://www.nsa.gov/selinux</uri> comprendono patches specifiche
243per la sicurezza che supportano LSM (Linux Security Modules) e la Flask Security Architecture.
244</p>
245
246</body>
247</section>
248
249<section>
250<title>usermode-sources</title> 237<title>usermode-sources</title>
251<body> 238<body>
252 239
253<p> 240<p>
254<c>usermode-sources</c> sono patches del kernel volte allo User Mode Linux. Questo kernel è pensato per permettere a Linux di girare su Linux che gira a sua volta su Linux che ... User Mode Linux è utile per aiutare la fase di testing e per i server virtuali. Per maggiori informazioni su questo incredibile tributo alla stabilità e alla scalabilità di Linux, fate riferimento a <uri>http://user-mode-linux.sourceforge.net</uri>. 241<c>usermode-sources</c> sono patches del kernel volte allo User Mode Linux. Questo kernel è pensato per permettere a Linux di girare su Linux che gira a sua volta su Linux che ... User Mode Linux è utile per aiutare la fase di testing e per i server virtuali. Per maggiori informazioni su questo incredibile tributo alla stabilità e alla scalabilità di Linux, fate riferimento a <uri>http://user-mode-linux.sourceforge.net</uri>.
351<section> 338<section>
352<title>selinux-sources</title> 339<title>selinux-sources</title>
353<body> 340<body>
354 341
355<p> 342<p>
356<c>selinux-sources</c>, e' un kernel della serie 2.4 che contiene molti miglioramenti per la sicurezza, e' reso obsoleto dal lavoro di sviluppo del kernel 2.6. 343<c>selinux-sources</c>, e' un kernel della serie 2.4 che contiene molti miglioramenti per la sicurezza, e' reso obsoleto dal lavoro di sviluppo del kernel 2.6. La funzionalità SELinux può essere trovata nei pacchetti <c>hardened-sources</c> e <c>hardened-dev-sources</c>.
357</p> 344</p>
358 345
359</body> 346</body>
360</section> 347</section>
361 348

Legend:
Removed from v.1.16  
changed lines
  Added in v.1.17

  ViewVC Help
Powered by ViewVC 1.1.20