/[gentoo]/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml
Gentoo

Diff of /xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml

Parent Directory Parent Directory | Revision Log Revision Log | View Patch Patch

Revision 1.25 Revision 1.26
1<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?> 1<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
2<!-- $Header: /var/cvsroot/gentoo/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml,v 1.25 2006/09/04 17:57:19 mascherpa Exp $ --> 2<!-- $Header: /var/cvsroot/gentoo/xml/htdocs/doc/it/gentoo-kernel.xml,v 1.26 2007/03/11 16:31:24 mascherpa Exp $ -->
3 3
4<!DOCTYPE guide SYSTEM "/dtd/guide.dtd"> 4<!DOCTYPE guide SYSTEM "/dtd/guide.dtd">
5<guide link="/doc/it/gentoo-kernel.xml" lang="it"> 5<guide link="/doc/it/gentoo-kernel.xml" lang="it">
6 6
7<title>Guida ai Kernel Gentoo Linux</title> 7<title>Guida ai Kernel Gentoo Linux</title>
27<author title="Redazione"> 27<author title="Redazione">
28 <mail link="greg_g@gentoo.org">Gregorio Guidi</mail> 28 <mail link="greg_g@gentoo.org">Gregorio Guidi</mail>
29</author> 29</author>
30<author title="Redazione"> 30<author title="Redazione">
31 <mail link="fox2mike@gentoo.org">Shyam Mani</mail> 31 <mail link="fox2mike@gentoo.org">Shyam Mani</mail>
32</author>
33<author title="Redazione">
34 <mail link="nightmorph@gentoo.org">Joshua Saddler</mail>
32</author> 35</author>
33<author title="Traduzione"> 36<author title="Traduzione">
34 <mail link="gentoo@virgilio.it">Shev</mail> 37 <mail link="gentoo@virgilio.it">Shev</mail>
35</author> 38</author>
36<author title="Traduzione"> 39<author title="Traduzione">
47 50
48<!-- The content of this document is licensed under the CC-BY-SA license --> 51<!-- The content of this document is licensed under the CC-BY-SA license -->
49<!-- See http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5 --> 52<!-- See http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5 -->
50<license/> 53<license/>
51 54
52<version>1.14</version> 55<version>1.18</version>
53<date>2006-07-04</date> 56<date>2007-02-17</date>
54 57
55<chapter> 58<chapter>
56<title>Introduzione</title> 59<title>Introduzione</title>
57<section> 60<section>
58<body> 61<body>
66ciascuno di questi set di patch, sia di quelli pensati appositamente da Gentoo 69ciascuno di questi set di patch, sia di quelli pensati appositamente da Gentoo
67sia di tutti gli altri sorgenti del kernel che abbiamo reso disponibili per 70sia di tutti gli altri sorgenti del kernel che abbiamo reso disponibili per
68voi. 71voi.
69</p> 72</p>
70 73
74<p>
75Linux 2.4 è mantenuto da Willy Tarreau. Linus Torvalds, il creatore originale di
76Linux, cedette il ruolo di maintainer del ramo 2.4 del kernel Linux a Marcelo
77Tosatti quando incominciò a sviluppare la nuova versione del kernel, il 2.6.
78Marcelo ha compiuto un buon lavoro nel mantenere il kernel 2.4 stabile e sicuro,
79ed ha poi ceduto il suo ruolo a Willy. Si noti che solo fix relativi a bug e
80sicurezza sono accettati nell'albero 2.4. Lo sviluppo effettivo avviene nel
81kernel Linux 2.6.
82</p>
83
84<p>
85Linux 2.6 è mantenuto da Andrew Morton, che lavora a stretto contatto con Linux
86Torvalds per sviluppare un kernel Linux veloce, potente e ricco di
87caratteristiche. Lo sviluppo sta procedendo a passo velocissimo e l'albero del
88kernel è ora veramente maturo.
89</p>
90
91<p>
92Alcune delle architetture di sistema meno comuni non sono totalmente compatibili
93con Linux 2.6, ed alcuni utenti preferiscono il kernel Linux provato-e-testato
942.4. Comunque, si noti che Linux 2.4 non è attualmente sviluppato - solamente i
95fix relativi ai bug e alla sicurezza sono inclusi nelle nuove release. Se ne
96avete la possibilità, vi suggeriamo di aggiornare a Linux 2.6. Potreste trovare
97utile la <uri link="/doc/it/migration-to-2.6.xml">guida Gentoo per la migrazione
98completa a Linux 2.6</uri>.
99</p>
100
71</body> 101</body>
72</section> 102</section>
73</chapter> 103</chapter>
74 104
75<chapter> 105<chapter>
104default. A meno che non si sta usando il profilo 2.4, <c>gentoo-sources</c> 134default. A meno che non si sta usando il profilo 2.4, <c>gentoo-sources</c>
105sarà un kernel 2.6 sulla <e>maggior parte</e> delle architetture. 135sarà un kernel 2.6 sulla <e>maggior parte</e> delle architetture.
106</p> 136</p>
107 137
108<p> 138<p>
109Il <c>gentoo-sources</c> è un kernel basato su Linux 2.6, che include una 139Il <c>gentoo-sources</c> è un kernel basato su Linux 2.6, leggermente patchato
110varietà di patch che risolvono problemi di sicurezza, bug del kernel e 140per risolvere problemi di sicurezza e bug del kernel, e per aumentare la
111aumentano la compatibilità con le architetture meno comuni. Linux 2.6 è 141compatibilità con le architetture meno comuni. Linux 2.6 è attualmente la
112attualmente la versione stabile ufficiale del kernel e lo sviluppo è molto 142versione stabile ufficiale del kernel e lo sviluppo è molto rapido. Si consiglia
113rapido. Si consiglia di utilizzare il kernel 2.6, piuttosto che la vecchia 143di utilizzare il kernel 2.6, piuttosto che la vecchia versione 2.4, per la
114versione 2.4, in quanto la più recente ha un miglior supporto hardware, 144miglior performance, il miglior supporto hardware, la più vasta gamma di
115migliori prestazioni e una più vasta gamma di funzionalità. 145funzionalità.
116</p>
117
118<p> 146</p>
119Alcuni dei sistemi meno comuni non sono pienamente compatibili con Linux 2.6, e 147
120alcuni utenti preferiscono utilizzare Linux 2.4 considerandolo più affidabile e 148<p>
121testato; per questa ragione viene fornito anche <c>gentoo-sources</c> (la 149Le patch per il kernel <c>gentoo-sources</c> 2.4 sono simili a quelle incluse
122versione 2.4). Le patch incluse in questo kernel sono molto simili a quelle 150nella controparte 2.6, con in più un numero di patch designate ad aggiungere
123incluse nella versione 2.6, con in più alcune patch pensate per aggiungere 151funzionalità e a migliorare le performance.
124funzionalità e migliore le prestazioni del sistema. Linux 2.4 attualmente non
125viene più sviluppato, quindi i nuovi rilasci comprendono solo aggiornamenti di
126sicurezza. Si suggerisce di aggiornare i propri sistemi a Linux 2.6. Molto
127utile è <uri link="/doc/en/migration-to-2.6.xml">questo documento</uri>.
128</p> 152</p>
129 153
130<p> 154<p>
131Il pacchetto <c>gentoo-sources</c> assorbe gran parte degli sforzi del team di 155Il pacchetto <c>gentoo-sources</c> assorbe gran parte degli sforzi del team di
132sviluppo del kernel di Gentoo, il quale può contare sull'esperienza di Greg 156sviluppo del kernel di Gentoo, il quale può contare sull'esperienza di Greg
133Kroah-Hartman, che è il manteiner di udev e il responsabile dei sottosistemi 157Kroah-Hartman, che è il manteiner di udev e il responsabile dei sottosistemi
134USB e PCI del kernel Linux ufficiale. 158USB e PCI del kernel Linux ufficiale.
135</p>
136
137
138</body>
139</section>
140
141<section>
142<title>Sorgenti originali: vanilla-sources</title>
143<body>
144
145<p>
146I prossimi sorgenti con i quali molti di voi saranno probabilmente familiari
147come utenti Linux sono i <c>vanilla-sources</c>. Questi sono i sorgenti del
148kernel ufficiali rilasciati su <uri>http://www.kernel.org/</uri>. Si noti che
149non applichiamo nessuna patch a questi kernel - essi sono esclusivamente
150per coloro che vogliono utilizzare un kernel Linux non modificato in alcun
151modo.
152</p>
153
154<p>
155Come per i <c>gentoo-sources</c>, si possono trovare due versioni del kernel in
156questo pacchetto: 2.4 e 2.6.
157</p>
158
159<p>
160Linux 2.4 viene mantenuto da Marcelo Tosatti. Linus Torvalds, il creatore di
161Linux, ha ceduto la gestione del ramo 2.4 di Linux a Marcelo quando incominciò
162lo sviluppo della nuova versione del kernel 2.6. Marcelo ha fatto un buon lavoro
163nel mantenere il kernel 2.4 stabile e sicuro, e attualmente accetta solo fix
164relativi a sicurezza e bug nel ramo 2.4. Lo sviluppo effettivo avviene nella
165serie del kernel Linux 2.6.
166</p>
167
168<p>
169Linux 2.6 viene mantenuto da Andrew Morton, che lavora a stretto contatto con
170Linus Torvalds per portare a termine lo sviluppo di un kernel Linux veloce,
171potente e completo di feature. Lo sviluppo avviene ad un ritmo incredibile e
172questo albero del kernel è ora veramente maturo.
173</p> 159</p>
174 160
175</body> 161</body>
176</section> 162</section>
177 163
210<body> 196<body>
211 197
212<p> 198<p>
213<c>hppa-sources</c>, <c>mips-sources</c>, <c>sh-sources</c>, 199<c>hppa-sources</c>, <c>mips-sources</c>, <c>sh-sources</c>,
214<c>sparc-sources</c> e <c>xbox-sources</c> sono, come il loro nome suggerisce, 200<c>sparc-sources</c> e <c>xbox-sources</c> sono, come il loro nome suggerisce,
215patchati per funzionare meglio su una specifica architettura. Questi inoltre 201patchati per funzionare meglio su una specifica architettura. Questi contengono
216contengono alcune delle patch per l'hardware e funzionalità aggiuntive contenute 202inoltre alcune delle patch per l'hardware e funzionalità aggiuntive contenute
217nei set di patches menzionati in precedenza e successivamente. 203nei set di patch menzionati in precedenza e successivamente.
218</p> 204</p>
219 205
220</body> 206</body>
221</section> 207</section>
222</chapter> 208</chapter>
292 278
293</body> 279</body>
294</section> 280</section>
295 281
296<section> 282<section>
297<title>openmosix-sources</title>
298<body>
299
300<p>
301Gli <c>openmosix-sources</c> sono patchati per supportare il sistema openMosix
302(un insieme di patch del kernel orientate ai cluster, come MOSIX ma Open
303Source). Per maggiori informazioni guardate su
304<uri>http://www.openmosix.org</uri>.
305</p>
306
307</body>
308</section>
309<section>
310<title>openvz-sources</title> 283<title>openvz-sources</title>
311<body> 284<body>
312 285
313<p> 286<p>
314OpenVZ è una soluzione di virtualizzazione di server basata su Linux. OpenVZ 287OpenVZ è una soluzione di virtualizzazione di server basata su Linux. OpenVZ
359link="/doc/it/uml.xml">Guida Gentoo a UML</uri>. 332link="/doc/it/uml.xml">Guida Gentoo a UML</uri>.
360</p> 333</p>
361 334
362</body> 335</body>
363</section> 336</section>
337<section>
338<title>vanilla-sources</title>
339<body>
340
341<p>
342I prossimi sorgenti con i quali molti di voi saranno probabilmente familiari
343come utenti Linux sono i <c>vanilla-sources</c>. Questi sono i sorgenti del
344kernel ufficiali rilasciati su <uri>http://www.kernel.org/</uri>. Si noti che
345non applichiamo nessuna patch a questi kernel - essi sono esclusivamente
346per coloro che vogliono utilizzare un kernel Linux non modificato in alcun
347modo. Vi suggeriamo di utilizzare i <c>gentoo-sources</c> al posto dei
348<c>vanilla-sources</c>.
349</p>
350
351<p>
352Come per i <c>gentoo-sources</c>, si possono trovare due versioni del kernel in
353questo pacchetto: 2.4 e 2.6.
354</p>
355
356</body>
357</section>
358
364</chapter> 359</chapter>
365 360
366<chapter> 361<chapter>
367<title>Pacchetti di kernel non piú disponibili</title> 362<title>Pacchetti di kernel non piú disponibili</title>
368 363
383<title>alpha-sources</title> 378<title>alpha-sources</title>
384<body> 379<body>
385 380
386<p> 381<p>
387<c>alpha-sources</c> era un kernel della serie 2.4 modificato per migliorare la 382<c>alpha-sources</c> era un kernel della serie 2.4 modificato per migliorare la
388compatibilita' hardware sui sistemi Alpha. Queste modifiche ora sono incluse nel 383compatibilità hardware sui sistemi Alpha. Queste modifiche ora sono incluse nel
389kernel ufficiale. Gli utenti di sistemi Alpha possono usare un qualsiasi kenrel 384kernel ufficiale. Gli utenti di sistemi Alpha possono usare un qualsiasi kenrel
390recente senza aver bisogno di modificarlo. 385recente senza aver bisogno di modificarlo.
391</p> 386</p>
392 387
393</body> 388</body>

Legend:
Removed from v.1.25  
changed lines
  Added in v.1.26

  ViewVC Help
Powered by ViewVC 1.1.20